lunedì 11 luglio 2016

Ancora un centro ovale

Non mi stancherò mai di realizzare centri ovali! Eccone un'altro, di grandi dimensioni, caratterizzato da una girandola centrale.


domenica 3 luglio 2016

Un grande centro ovale

Vi propongo ancora un centro ovale, di grandi dimensioni, da me realizzato.

Come quasi tutti i centri ovali si inizia con la parte centrale usando i 4 ferri, poi si prosegue con le punte laterali lavorando "in piano" (con due ferri) ed infine si raccolgono i punti del perimetro per fare il bordo esterno. 



lunedì 20 giugno 2016

Ancora un centro tondo

E mentre sono alla ricerca di uno schema con cui realizzare un set per comò e comodino per la casa di campagna di mia cognata, continuo a realizzare centri di tutte le forme.


lunedì 13 giugno 2016

Fave in insalata

Quest'anno, sarà una mia impressione, ma la stagione delle fave è ottima. Se ne trovano in vendita in grande quantità e di buona qualità.

Le ho apprezzate molto in insalata, semplicemente lessate in acqua leggermente salata e condite con un'emulsione di olio extravergine di oliva ed aceto di mele e cosparse di foglie di menta tritate.

Ho sperimentato anche un'insalata mista di pomodori costoluti e fave lessate, che ho condito con olio d'oliva, aceto e basilico fresco.

E se volete farne un piatto unico per le sere d'estate aggiungete una dadolata di scamorza!

lunedì 23 maggio 2016

C'era una volta una sciarpa .........

che divenne un bellissimo centro da mettere sopra un copritermosifone.

Vagando sulla rete mi sono imbattuta nello schema di una sciarpa che, realizzata con un filato di cotone, è diventata il centro rettangolare che vedete nella foto.

E' una lavorazione, in tondo,  piuttosto curiosa perchè si parte dall'esterno per arrivare alla parte centrale più interna che va poi cucita con l'ago.

lunedì 16 maggio 2016

Camicie da notte da uomo

La camicia da notte da uomo è un capo di abbigliamento poco diffuso in Italia, dove comunque vanta degli estimatori.

Molti anni fa ne ho regalata una a mio marito, quasi per scherzo, dopo che aveva affermato: "Io penso che mi ci troverei bene in una camicia da notte!"

Da allora, banditi i pigiami, estate ed inverno usa solo camicie da notte, che sono piuttosto difficili da trovare in commercio.

Solitamente sono prodotti sartoriali, di ottima qualità e fattura, ma piuttosto costosi.

Fino ad una decina di anni fa era possibile trovare camicie colorate e dalle fantasie spiritose del gruppo ARIMO che è purtroppo fallito.

Ho poi dovuto rivolgermi agli acquisti on-line su siti non italiani, ma da un paio di anni sono riuscita, dopo lunghe ricerche, a trovare una azienda italiana che produce e vende direttamente prodotti di ottima qualità.

lunedì 9 maggio 2016

Tagliolini agli asparagi

Siamo nel pieno della stagione degli asparagi e non bisogna  lasciarsi sfuggire l'opportunità di assaporarli in semplici ma gustose ricette.

Tra l'altro ho l'impressione che l'annata sia piuttosto buona sia dal punto di vista della qualità che della quantità.

Ieri a pranzo ho preparato dei tagliolini in questo modo.

Mentre la pasta cucinava ho preparato il condimento. 

Innanzitutto ho utilizzato degli asparagi molto sottili e tenerissimi che ho sbollentato velocemente.
Una volta cotti, li ho tagliati a metà lasciando intere le punte e frullando i gambi con un cucchiaio di ricotta.

Ho fatto saltare nel burro le punte a cui ho aggiunto i tagliolini cotti al dente. Ho rimescolato velocemente ed ho completato con la salsina di asparagi e ricotta.

Per rendere il tutto più fluido potete aggiungere un po' di acqua di cottura della pasta.

Servite con una spruzzata di pepe macinato al momento.


lunedì 2 maggio 2016

E' iniziata la stagione della fave

Ed io ne sono particolarmente contenta perché mi piacciono molto soprattutto per la loro versatilità, che le vede protagoniste di varie portate.

Classici piatti sono Fave e pecorino (antipasto) e  il Macco di Fave fresche (prima portata).

Io preparo spesso con le uova.

Faccio cuocere lentamente le fave, private della pellicina esterna, in un tegame basso.

Quando le fave sono ben cotte, gli rompo sopra un uovo, lo salo e pepo e lo faccio cuocere (a me piace non troppo cotto).

E' ottimo servito su una fetta di pane casereccio precedentemente tostato e magari irrorato di ottimo olio extravergine di oliva!



lunedì 25 aprile 2016

lunedì 11 aprile 2016

Agnello al forno con ..................

L'agnello è una carne molto apprezzata nella mia famiglia e quindi cerco sempre nuove ricette per proporlo, magari accompagnandolo con le verdure.

L'agnello al forno con patate è sicuramente un classico, ma vi consiglio anche di provarlo con i carciofi, con i funghi cardoncelli (è una ricetta tipica lucana) o con gli asparagi (questo è il periodo giusto!).

Avendo già proposto queste preparazioni ho voluto provare a farlo con il cavolo nero e vi posso garantire che è veramente una buona ricetta.

Innanzitutto ho sbollentato le foglie di cavolo nero che, una volta raffreddate, ho tagliato a tocchetti.

Ho ricoperto il fondo di una teglia con abbondante cavolo nero (uno strato spesso circa un dito) e vi ho appoggiato le costolette di agnello.

Ho salato e pepato ed ho messo a cuocere in forno a 180°. Quando le costolette hanno raggiunto una buona doratura le ho girate per far ultimare la cottura anche dall'altro lato.

E' una preparazione molto semplice e soprattutto leggera (non ho messo olio).


lunedì 4 aprile 2016

Paccheri ripieni nord/sud



Dopo la piacevole ricetta preparata dalla mia mamma, ho voluto proseguire in questa esperienza di pasta ripiena, ma ho voluto osare contrapponendo una verdura tipicamente del sud ovvero le cime di rapa con un insaccato tipicamente piemontese ovvero il salame di turgia (salame di carne di vacca, lardo e pancetta suina, sale, pepe, aglio, vino rosso, spezie,  insaccato nel budello torto di bovino).





Ho sbollentato i paccheri e li riempiti con un ripieno preparato con salame di turgia, cime di rapa e ricotta.


Ho lessato le cime di rapa e le ho sminuzzate con la mezzaluna.
Ho fatto saltare la pasta di salame di turgia e l'ho aggiunta alla verdura ed infine ho aggiunto la deliziosa ricotta che trovo dal mio macellaio di carne equina.

Ho preparato un sugo di pomodori pelati molto semplice e delicato con cui ho ricoperto il fondo di una teglia in cui ho poi appoggiato i paccheri ripieni che ho cosparso con il sugo rimasto e spolverizzato con abbondandate parmigiano reggiano grattuggiato.

Ho cotto in forno per una ventina di minuti a 180°.

lunedì 21 marzo 2016

Conchiglioni ripieni

Era da tempo che mia mamma era alla ricerca dei "Conchiglioni giganti" per poter fare una ricetta che aveva letto in una rivista e quando li ho visti in vendita in uno stand della Tettoia dell'orologio del Mercato di Porta Palazzo, ne ho subito comprato un pacco.

La ricetta realizzata da mia mamma è molto semplice e gustosa. Dopo aver sbollentato i conchiglioni dovete riempirli con un ripieno di salsiccia, spinaci e ricotta che farete gratinare in forno, ponendoli in una teglia leggermente imburrata.

Risultano deliziosamente croccanti ma se li preferite più morbidi vi consiglio di ricoprire il fondo della teglia con uno strato di besciamella piuttosto liquida.


lunedì 14 marzo 2016

Una leccornia di stagione

Sabato il mio pescivendolo di fiducia indicando una cassettina contenente delle seppioline, mi ha accolto con la domanda. "Li ha mai mangiati questi?"

No, io quelli ovvero gli zotoli non li avevamo mai mangiati e a dire il vero non li avevo neanche mai visti in vendita.

Gli  zotoli sono delle seppioline piccolissime, molto gustose e morbidissime, che si pescano a fine inverno e a inizio primavera.

Io li ho gustati fritti ma se dovessi trovarli nuovamente in vendita vorrei preparare un gustoso sughetto con cui condire la pasta.