domenica 6 dicembre 2009

Cavolo nero

Ho scoperto dell'esistenza del cavolo nero grazie ad una trasmissione televisiva.

E' utilizzato soprattutto in Toscana per la famosa ribollita, ed è piuttosto difficile trovarlo normalmente sui banchi del mercato.

La prima volta l'ho utilizzato un paio d'anni fa per fare una zuppa con i fagioli, ma non mi ha entusiasmato molto.

Quest'anno, al mercato dove faccio la spesa settimanale, vi è il banco di un'azienda agricola che lo ha praticamente tutte le settimane e quindi ho deciso di provare altre ricette.

L'ho utilizzato in alternativa agli spinaci in una torta salata e per fare le tagliatelle paglia e fieno, ma in un sabato di follia ho deciso di provare a fare dei tortelloni con un ripieno di ricotta e cavolo nero conditi con un sugo di totani.


Ho preparato i tortelloni seguendo la ricetta di quelli fatti con ricotta e spinaci.

Li ho quindi conditi con un sugo di totani freschi: ho fatto dorare uno spicchio d'aglio in una padella con dell'olio d'oliva, dopodichè ho aggiunto i totani lavati ed asciugati.

Una volta rosolati ho sfumato con bicchiere di vino bianco  ed ho lasciato cuocere una trentina di minuti.

Può sembrare un accostamento azzardato, ma vi posso garantire che è ottimo. 

2 commenti: